Fondo di Solidarità per l'assistenza sanitaria

Statuto Articoli 1, 2Articoli 3, 3bis, 4Articolo 5Articoli 6, 7, 8Articoli 9, 10Articoli 11, 12, 13Articoli 14, 15, 16, 17Articoli 18, 19Articoli 20, 21, 22Articoli 23, 24, 25Articolo 26, 27Articolo 28Articoli 29, 30, 31Norme transitorie



   Scarica lo statuto
Articolo 5Sono iscritti al Fondo gli aventi diritto, di cui all'art. 3, che presentino domanda scritta indirizzata al Comitato di Gestione che valuterà l'esistenza dei requisiti per la loro iscrizione. I Soci ordinari iscritti al Fondo sono tenuti a versare una contribuzione differenziata, stabilita dall'Assemblea ordinaria dei Soci in base a fasce d'età individuate dal Comitato di gestione. Anche i Soci aggregati iscritti al Fondo sono tenuti a versare una contribuzione differenziata, deliberata dall'Assemblea ordinaria dei Soci "ordinari" in base a fasce d'età. Inoltre, all'atto dell'iscrizione, i Soci aggregati devono versare un "contributo d'ammissione". La loro quota associativa annua è percentualmente maggiorata rispetto a quella richiesta ai Soci ordinari. Le entità delle quote associative annue, la percentuale del loro incremento e l'entità del "contributo d'ammissione", sono individuate e proposte per la delibera dell'Assemblea ordinaria dei Soci "ordinari", dal Comitato di gestione. La contribuzione pu? essere d'entità diversificata, originando due o più "gruppi" d'appartenenza a prestazioni differenziate. Tutti i Soci inclusi nel/i "gruppo/i" inferiore/i possono chiedere per iscritto al Comitato di gestione di essere inclusi in uno dei "gruppi" superiori, adeguando la loro contribuzione alle quote previste per le fasce d'età d'appartenenza. Trascorsi quattro anni dall'iscrizione al nuovo "gruppo", i Soci possono richiedere di retrocedere al "gruppo" di provenienza e/o inferiore. Successivamente, devono trascorrere altri quattro anni dalla richiesta d'inserimento ad un gruppo inferiore, prima che il Socio possa inoltrare domanda di reinserimento in un gruppo superiore. I Dipendenti d'età non superiore ai sessant'anni che presentino domanda di reiscrizione a seguito di recesso, hanno diritto di iscriversi al Fondo in qualità di Soci ordinari. Tale diritto è subordinato al versamento, in unica soluzione, di un "contributo d'ammissione", anche rateizzato, calcolato sulla base della fascia d'età d'appartenenza e deliberato dall'Assemblea ordinaria del Soci "ordinari" su proposta del Comitato di gestione. E' facoltà dell'Assemblea ordinaria dei Soci ordinari stabilire una contribuzione annua fissa a carico del singolo Socio, sia ordinario che aggregato. Solo i Soci "ordinari", fin dal momento dell'iscrizione, hanno diritto al voto e la facoltà di candidare per gli Organi del Fondo. I Dipendenti iscritti al Fondo che cessino il servizio per aspettativa, con diritto alla conservazione del posto, quelli che sono trasferiti fuori dalla Regione Autonoma Trentino A/A o cessino dal servizio per pensione, rimangono iscritti al Fondo purché continuino a versare la quota associativa nella misura e nei modi stabiliti dall'Assemblea ordinaria dei Soci. Gli iscritti al Fondo mantengono il diritto di rimanere iscritti anche in presenza di riassetti societari e cessione di azienda o di rami d'azienda, purché in costanza di versamento delle quote associative. Anche quei Dipendenti che hanno operato nell'ultimo periodo lavorativo nella Regione Autonoma Trentino A/A e che, per accordi fra azienda e sindacati, abbiano aderito al "Fondo di solidarietà per il sostegno all'occupazione" –cosiddetto Fondo esuberi-, ovvero in conseguenza di futuri conformi patti convenzionali, rimangono iscritti al Fondo purchè continuino a versare la quota associativa nella misura e nei modi stabiliti dall'Assemblea ordinaria dei Soci. Infine, il coniuge superstite del Socio ordinario, beneficiario di pensione indiretta o di reversibilità, rimane iscritto al Fondo purché non contragga nuovo matrimonio e continui a versare la quota associativa nella misura e nei modi stabiliti dall'Assemblea ordinaria dei Soci. Il recesso dal Fondo pu? avvenire a seguito di richiesta scritta da parte del Socio indirizzata al Comitato di Gestione o a seguito di cessata contribuzione al Fondo da parte del Socio. Qualora a seguito d'accertamenti effettuati dal Comitato di Gestione o da altri Organi del Fondo emergano irregolarità a carico di un Socio "ordinario e/o aggregato", il Collegio Sindacale pu? adottare, in relazione alla loro importanza e/o reiterazione, i seguenti provvedimenti:
  1. recupero delle somme indebitamente percepite dal Socio e delle eventuali spese sostenute dal Fondo;
  2. esclusione temporanea dalle prestazioni del Fondo del Socio e degli eventuali familiari assistiti;
  3. espulsione dal Fondo del Socio e degli eventuali familiari assistiti.